L’Associazione Umanitaria Per i Bambini di Tutto il Mondo - ONLUS lavora per combattere la crescente crisi nel Sudan del Sud con l’introduzione e il finanziamento di un programma medico, che cura e previene la denutrizione acuta nei bambini fino a cinque anni e delle donne in gravidanza o durante l’allattamento.

Nonostante il paese sia diventato indipendente nel 2011, militari violenti e gruppi politici di opposizione armati continuano a creare il caos, impedendo il normale svolgimento della vita quotidiana nel Sudan del Sud. 

I disordini civili hanno provocato migliaia di morti e si stima che due milioni di persone abbiano lasciato le loro case e i loro villaggi nei primi quattro anni successivi all’indipendenza. Le famiglie e i bambini, ormai profughi, rischiano di morire di fame: le catene di forniture alimentari sono state interrotte mentre i campi e i raccolti sono stati abbandonati da persone fuggite per proteggersi.

Il programma alimentare dell’Associazione Umanitaria Per i Bambini di Tutto il Mondo - ONLUS è destinato alle aree geografiche più colpite di Jonglei, lo stato più grande del Sudan del Sud. Fra gli obiettivi del programma vi sono la creazione e il mantenimento di strutture mediche ambulatoriali e di alcuni centri di stabilizzazione.

Secondo la Dott.sa Martina Fuchs, facilitatrice del programma, i bambini vengono sottoposti a uno screening per stabilire il grado di denutrizione, quindi inseriti nel programma alimentare secondo necessità. Ai bambini denutriti vengono anche somministrate delle compresse contro i vermi e dei supplementi di vitamina A, per aiutare l’organismo esaurito e indebolito ad assimilare gli alimenti essenziali.

I bambini in condizioni di denutrizione grave e acuta, che soffrono anche di complicazioni mediche, vengono curati presso i centri di stabilizzazione. Spesso, ai bambini gravemente denutriti che partecipano al programma vengono anche diagnosticate e curate malattie come la malaria, le infezioni del tratto respiratorio, le malattie del tratto intestinale che provocano diarrea, le infestazioni intestinali di vermi e le infezioni della pelle.

“È stata un’impresa difficile, ma che valeva la pena portare avanti e che sta salvando delle vite,” ha dichiarato Doug Kendrick, direttore del programma per l’Associazione Umanitaria Per i Bambini di Tutto il Mondo - ONLUS. “L’Associazione Umanitaria Per i Bambini di Tutto il Mondo - ONLUS è grata che le venga fornita l’opportunità di offrire aiuto in questa situazione di crisi.”

Kendrick è riconoscente alla Dott.sa Martina Fuchs per avere diretto il progetto e per il suo impegno di collaborazione con le organizzazioni governative e non governative.

 “Creare dei team locali e acquistare delle infrastrutture quali le tende per il magazzino, per gli interventi clinici e per l’alloggio delle persone è stato complicato,” ha dichiarato la Dott.ssa Fuchs. “Ogni giorno è una prova di fede. Qui i titoli non contano. Quello che conta sono la dignità, il rispetto e la volontà di servire le persone. Sopravviviamo grazie all’intuito, all’istinto e alla fiducia reciproca. Quando ci troviamo perduti nel nulla, sappiamo di poter contare sull’aiuto degli altri. Non si può mai sapere quali saranno le difficoltà di ogni giornata, ma essere qui è un impegno per noi tutti, perché questo lavoro è diventato qualcosa di personale,” ha affermato.

A tutti coloro che ci sostengono in tutto il mondo, un grazie per esservi uniti alla lotta contro la fame nel Sudan del Sud!!

Alcuni programmi descritti su questo sito web sono basati su donazioni, potrebbero non essere perpetui e potrebbero non fare più parte del budget attuale di finanziamento dell’Associazione Umanitaria Per i Bambini di Tutto il Mondo - ONLUS. Se è interessato a ricevere informazioni su come sostenere un programma specifico, La preghiamo di mettersi in contatto con la sede più vicina dell’Associazione Umanitaria Per i Bambini di Tutto il Mondo - ONLUS.

×

Messaggio

Per garantire un funzionamento corretto, la valutazione e il miglioramento di questo sito, dobbiamo installare dei piccoli file (detti cookies) sul Suo computer. Più del 90% dei siti web installa dei cookies. Tuttavia, in molti paesi la legge richiede di ottenere l’autorizzazione dell’utente. Che cosa ne dice?

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.